Sei in: Home »  Relazioni con i cittadini » Biblioteca » Eventi » 2004 » La Biblioteca "Giovanni Spadolini" a Bibliocom 2004 » Inaugurazione di Bibliocom 2004

Eventi

2004

Indirizzo di saluto del Presidente del Senato Marcello Pera
alla conferenza di inaugurazione di Bibliocom 2004




27 ottobre 2004

Il Presidente ad interim dell'AIB (Associazione Italiana Biblioteche) Luca Bellingieri, in apertura dei lavori della conferenza di inaugurazione di Bibliocom 2004, ha dato lettura del saluto del Presidente del Senato, Marcello Pera. Di seguito il testo.

La partecipazione, per la prima volta, della Biblioteca del Senato alla ormai affermata manifestazione di Bibliocom, assume questo anno un significato particolare.

Il 19 giugno 2003, infatti, la Biblioteca, dedicata a Giovanni Spadolini, è stata inaugurata nella nuova sede di Palazzo della Minerva. Dopo più di centotrenta anni, la Biblioteca lascia la sede di Palazzo Madama e apre al pubblico: mantenendo la propria identità culturale, ma offrendo strutture e servizi nuovi, secondo un disegno funzionale che ha comportato - nel corso di alcuni anni - un complesso lavoro di riorganizzazione e innovazione.

Nel corso di questo primo anno di vita la Biblioteca "Giovanni Spadolini" ha accolto quasi 4.000 persone tra studenti, laureati, studiosi e semplici cittadini, che hanno potuto usufruire delle sue ricche raccolte: 600.000 volumi, 3.000 periodici, 500 giornali italiani e stranieri, nonché un cospicuo numero di fondi speciali.

L'apertura al pubblico della Biblioteca ha trovato il suo compimento l'11 ottobre scorso, giorno a partire dal quale ha visto la luce su Internet il catalogo corrente della Biblioteca, che copre le acquisizioni dal 1994 ad oggi e l'intero posseduto dei periodici e dei giornali. Nello stesso sito viene messo a disposizione, secondo un progetto in corso di realizzazione in questi mesi e già visibile nelle sue linee essenziali, uno straordinario complesso di dati bibliografici, documenti ed immagini relativi alla storia dei comuni italiani: si tratta della raccolta degli statuti medievali, del fondo antico di storia locale, corredati dai relativi cataloghi e da bibliografie correnti specializzate.

Parallelamente la Biblioteca è impegnata sul piano progettuale e operativo in numerose attività, tra cui il passaggio a un nuovo e più moderno sistema di automazione, il recupero informatico del catalogo storico, la digitalizzazione dei giornali storici, la messa in rete dei CD-Rom.

Si apre una nuova fase, che sarà caratterizzata, secondo gli auspici e gli impulsi del Senato, da una nuova apertura nei confronti del mondo delle Biblioteche e della ricerca scientifica e universitaria. Con questo impegno rivolgo il mio cordiale saluto di buon lavoro all'Associazione Italiana Biblioteche e a tutti gli altri enti che hanno reso possibile la realizzazione di questo importante manifestazione.

Marcello Pera